Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Terruggia

EMAS
ALBO PRETORIO ON-LINE
Comune di Terruggia
Velo Ok

VELO-OK   

Terruggia avvia il progetto “Velo Ok” rivolto ad aumentare la sicurezza sulle strade del territorio comunale.  Il progetto parte con la sperimentazione dei primi due dissuasori attivi lungo il percorso di via Cacciolo, una delle principali strade di accesso al paese densamente popolata. Dopo un periodo di verifica, analizzati i risultati, se questi ultimi saranno positivi, com’è nelle previsioni, l’esperimento sarà allargato ad altre due importanti arterie di accesso al paese: via Braia e via Casale.

I “Velo OK” sono strutture che svolgono una doppia funzione: possono fungere da semplici dissuasori oppure, sono predisposti per alloggiare al loro interno le attrezzature per fare rilevazione della velocità, fungendo da autovelox. La deterrenza si determina appunto nel fatto che il trasgressore di velocità non può sapere in quale apparecchiatura si trova il rilevatore, che, peraltro, può essere facilmente trasferito da una struttura all’altra.

Il Sindaco, Giovanni Bellistri, evidenzia che l’obiettivo principale del progetto è di aumentare la sicurezza dei cittadini, intesa come espressione di civile convivenza, non c’è alcuna intenzione di utilizzare il nuovo sistema per fare cassa. I dissuasori “Velo Ok”, quando saranno utilizzati per rilevare le velocità fuori dai limiti consentiti, le sanzioni conseguenti saranno applicate secondo le prescrizioni disciplinate dal regolamento di Polizia Locale. Il Sindaco precisa ancora che l’iniziativa di Terruggia s’inserisce in un progetto più ampio che riguarda l’Unione dei comuni “Cinque Terre del Monferrato”, proprio perché la gestione della funzione di Polizia Locale è stata demandata all’Unione citata. Il progetto al momento vede coinvolti principalmente i comuni di Ozzano e di Terruggia. Poi, analizzati i risultati complessivi, sarà esteso in altri territori dell’Unione.

Infine, per quanto riguarda i costi, le apparecchiature installate sono state acquisite in modalità noleggio, il cui rilievo economico è sicuramente più basso rispetto ai tradizionali rilevatori di velocità, e sono molto più sicuri e meno costosi degli usuali dossi stradali.